formazione sul lavoro

Formazione sul lavoro: un dettaglio importante per il successo delle aziende

2 novembre 2016 0

Se tutti i lavoratori di un’azienda restassero sempre fermi alle loro nozioni, non sarebbe possibile per quella realtà progredire. Solo con un’adeguata formazione, con lavoratori che apprendono quindi nozioni sempre nuove e che diventano sempre più bravi nel loro mestiere, è invece possibile mettersi davvero sulla strada del progresso e sperare che la propria azienda riesca a crescere anno dopo anno. La formazione sul lavoro è di fondamentale importanza quindi, corsi che permettono ai lavoratori di essere sempre aggiornati sulle novità del settore, di comprendere sempre meglio l’andamento del mercato e la loro importanza all’interno di quell’organismo complesso che è la realtà aziendale e di riuscire ad utilizzare senza alcun tipo di difficoltà anche gli strumenti più innovativi.

Non solo, quando si parla di formazione sul lavoro si fa riferimento anche a tutte quelle norme che permettono ai lavoratori di portare avanti la loro attività in piena sicurezza. Pensiamo ad esempio al primo soccorso, necessario per riuscire ad aiutare un collega che si trova a subire un infortunio o che si sente male sul posto di lavoro. Non pensate anche voi che si tratti di nozioni davvero molto utili? E ovviamente solo un corso di formazione pensato appositamente per quell’azienda può offrire le nozioni giuste, un corso che tutti i lavoratori quindi devono seguire e che possibilmente deve anche garantire degli aggiornamenti nel corso degli anni. I lavoratori devono poi anche seguire un corso che li aiuti a capire quali sono tutti i rischi a cui la loro attività li assoggetta e quale sia il modo migliore per prevenire acciacchi e malattie di vario genere. Devono imparare a conoscere l’edificio in cui lavorano e devono essere in grado di evacuarlo nel minor tempo possibile e in tutta sicurezza in caso di necessità, in modo particolare in caso di incendio. E …

diamanti e pietre preziose

Diamanti la rinascita del settore dopo la crisi economica

2 novembre 2016 0

Tutti sanno quanto i diamanti siano preziosi ed è ormai noto che acquistare un gioiello con diamanti è un vero e proprio investimento per il futuro visto che il loro valore non scende con il passare del tempo. Purtroppo dobbiamo ammettere che con il passare degli anni il settore dei diamanti e pietre preziose ha vissuto una crisi piuttosto intensa: nonostante il loro pregio, e la quotazione oro in continua ascesa, e nonostante si tratti di un investimento sicuro, la mancanza di posti di lavoro solidi ha fatto sì che le famiglie scegliessero altre tipologie di investimenti mettendo l’acquisto dei gioielli in secondo piano. Adesso però sembra finalmente che qualcosa stia cambiando: le famiglie hanno probabilmente raggiunto una capacità d’acquisto migliore e la crisi economica che tutti bene o male abbiamo vissuto sta rientrando.

Ecco che quindi il settore dei diamanti sta rinascendo e in questa rinascita ovviamente sono stati riscontrati molti cambiamenti. Ecco a nostro avviso i cambiamenti più importanti:

  • Molte persone decidono oggi di acquistare i diamanti da tenere direttamente in cassaforte. Niente gioielli quindi, niente incastonatore, ma solo la pietra nuda. Si tratta di un investimento sicuramente eccellente, più economico rispetto ad altre forme di investimento e più remunerativo con il passare del tempo.
  • I diamanti non vengono più richiesti solo per la realizzazione dei gioielli, ma anche per decorare scarpe, borse e cover per gli smartphone. C’è desiderio di lusso e di ostentazione, un desiderio più che normale e logico dopo un periodo di nera crisi come quello che è stato da poco vissuto.
  • Nei gioielli i diamanti vengono spesso messi insieme ad altre pietre preziose. Un tempo si preferiva non compiere questo “scempio”, così infatti lo si definiva. Oggi invece anche le altre pietre preziose sono state rivalutate e mettendole accanto ai diamanti è possibile
arredamenti per bar

Bar consigli utili per rilanciare la propria attività

2 novembre 2016 0

Avete aperto un bar, ci avete investito soldi e tempo e vi siete dedicati del tutto a questa attività, ma adesso, magari a distanza ormai di qualche anno, sembra che ci sia qualcosa che proprio non riesce a funzionare. Questo è allora il momento di rilanciare la vostra attività. Come? Ecco qualche piccolo consiglio che vi aiuterà in questa impresa, soprattutto nella scelta dei nuovi arredamenti per bar.

Rinnovare gli arredamenti del  bar

La prima cosa da fare è ovviamente rinnovare il bar dal punto di vista estetico. L’arredamento di un bar deve infatti essere nuovo, all’avanguardia e con un suo carattere ben preciso. Meglio allora restaurare i vecchi mobili che ancora vi piacciono ed eliminare invece quelli che stonano con il resto dell’ambiente. Li sostituirete con mobili nuovi e aggiungendo qualche bel complemento di arredo vedrete che riuscirete a dare subito al vostro bar un’atmosfera semplicemente eccezionale.

Dopo aver rinnovato l’estetica del bar, è necessario pensare ad una serie di eventi, promozioni e servizi che possono attirare un numero maggiore di clienti. Ecco alcune idee a nostro avviso davvero molto interessanti:

  • Fare una promozione sulla colazione. Ricordate che proprio la colazione è il momento della giornata in cui un bar lavora di più. Se al mattino vi ritrovate sempre con il bar vuoto e le brioche invendute, c’è veramente qualcosa che non va ed è bene quindi correre al più presto ai ripari. Il modo migliore per attirare i clienti è fare concorrenza agli altri bar proponendo uno sconto sulla colazione. Deve trattarsi di uno sconto importante, circa 0,50 euro.
  • Un’altra tattica, in questo caso non per attirare nuovi clienti ma per fidelizzare quelli che già sono venuti da voi, è distribuire delle tessere su cui ad ogni colazione apporrete un timbro. Ogni 10 timbri, offrirete al
serratura cilindro europeo

Serrature a cilindro europeo quanto sono sicure?

1 novembre 2016 0

Le aziende che si occupano di serrature si trovano spesso ad intervenire su porte blindate che i malviventi hanno cercato di forzare per entrare in un’abitazione e svaligiarla. Ma, diranno alcuni, come è possibile se si tratta di una porta blindata? Anche se è vero che la porta blindata offre una vera e propria barriera antiladro, è vero anche che se è stata dotata di una serratura poco sicura e di scarsa qualità il ladro riuscirà ad entrare comunque. Pensiamo ad esempio alle serrature a doppia mappa che venivano installate su tutte le porte sino a qualche anno fa: non possono più essere considerate sicure perché i ladri hanno imparato a manometterle senza alcuna difficoltà, in possesso infatti di veri e propri passepartout che le aprono senza neanche provocarne lo scasso. E le serrature a cilindro europeo ? Possono queste serrature essere considerate invece sicure?

Dipende. Se la serratura a cilindro europeo che avete installato sulla vostra porta blindata risale a qualche anno fa, è possibile che non si tratti di una serratura particolarmente sicura. Nonostante si stiano facendo dei veri e propri passi da gigante nel settore della sicurezza infatti, è vero anche che i ladri stanno progredendo e stanno diventando sempre più abili ad aprire le porte. Le vecchie serrature a cilindro non costituiscono più per un ladro professionista un problema. Meglio scegliere allora delle serrature a cilindro europeo di ultima generazione. Questa nuove serrature sono solitamente in possesso di piastre defender i cui punti di fissaggio non sono esposti all’esterno della porta. Ciò permette di evitare che vi siano dei punti critici su cui i ladri possono intervenire.

Cambiare la serratura

La cosa migliore da fare quindi per riuscire ad ottenere una casa o un ufficio sicuri al cento per cento è cambiare la serratura e scegliere …